VIA per la "ESSELUNGA di Legnano" (Milano), difesa delle falde e pozzi potabili dall'inquinamento da "acque nere" del Fiume Olona

Versione stampabileVersione stampabile

Problema:

verifica della compatibilità ambientale e idrica di un intervento edilizio-produttivo intensivo della ESSELUNGA con centro commerciale, direzionale e parco ricreativo in area di centro città) in un'area attualmente fortemente degradata (Cotonificio Ex Cantoni abbandonato) e interessata dal transito del Fiume OLONA fortemente inquinato da "acque nere" provenienti dalla zona del varesotto che scorre nei pressi di pozzi comunali destinati al prelievo di acque per l'uso potabile (Acquedotto di Legnano).


Intervento:

realizzazione di piezometri per la misura della qualità delle falde idriche, misure di portata fluviale, verifica del rischio di esondazione, calcolo analitico degli effetti di possibili contaminazioni sui pozzi potabili. Definizione di una strategia di controllo sulle condizioni delle falde, di tutela delle falde stesse e definizione delle opere (argini protettivi, impermeabilizzazioni,barriera idrodinamica, monitoraggio) per la mitigazione degli impatti idrici, progetto del monitoraggio delle falde e piano di pronto intervento per la protezione dell'acquifero potabile in caso di esondazione del F. Olona.

In figura:

1. Area d'intervento (c.a 120.000m2), distribuzione delle opere edili di progetto, limite dell'area di efficacia del monitoraggio delle falde in relazione alle attività previste con maggior rischio di contaminazione.
2. Fiume Olona con evidente inquinamento (acqua di colore nero).
3. Vecchio stabilimento Cantoni oggetto di demolizione, bonifica e riassegnazione urbanistica.