Geotermia profonda, Progetto IRAN, maggio 2016. Progetto in fase di studio con GEOECO e un team di investitori privati.

user warning: UPDATE command denied to user 'Sql436675'@'62.149.145.128' for table 'cache_filter' query: UPDATE cache_filter SET data = '<p>Su iniziativa di un team di investitori privati nel settore delle F.E.R. è stata analizzata da GEOECO la pre-fattibilità di un impianto geotermico a medio-alta entalpia per la produzione di energia elettrica 10MWe e di energia termica da realizzarsi nelle aree montuose dell\'IRAN del Nord.<br />\nAllo stato attuale sono previste perforazioni a c.a 2.000m di profondità con reiniezione di fluidi.<br />\nL\'impianto rientra nei recenti programmi governativi di ricerca e sviluppo delle energie rinnovabili del Paese in partnership con operatori economici italiani.<br />\nLa ricerca, nelle intenzioni del team, coinvolgerà anche importanti Università europee e iraniane in un\'ottica di collaborazione fortemente cercata dalle autorità italiane e iraniane che hanno avviato nel 2016 una strettissima linea di comunicazione e di condivisione di know-how tecnologico, industriale, scientifico e di tutela ambientale nel settore dello sviluppo delle F.E.R.. </p>\n', created = 1556285972, expire = 1556372372, headers = '', serialized = 0 WHERE cid = '2:7cfb1ee4923a111ca49cec2eeaead132' in /web/htdocs/www.geoecoitalia.it/home/includes/cache.inc on line 109.
Versione stampabileVersione stampabile

Su iniziativa di un team di investitori privati nel settore delle F.E.R. è stata analizzata da GEOECO la pre-fattibilità di un impianto geotermico a medio-alta entalpia per la produzione di energia elettrica 10MWe e di energia termica da realizzarsi nelle aree montuose dell'IRAN del Nord.
Allo stato attuale sono previste perforazioni a c.a 2.000m di profondità con reiniezione di fluidi.
L'impianto rientra nei recenti programmi governativi di ricerca e sviluppo delle energie rinnovabili del Paese in partnership con operatori economici italiani.
La ricerca, nelle intenzioni del team, coinvolgerà anche importanti Università europee e iraniane in un'ottica di collaborazione fortemente cercata dalle autorità italiane e iraniane che hanno avviato nel 2016 una strettissima linea di comunicazione e di condivisione di know-how tecnologico, industriale, scientifico e di tutela ambientale nel settore dello sviluppo delle F.E.R..